Archivi mensili - ottobre 2015

Tutti uniti con Benevento e l’intero Sannio!

Nelle ultime due settimane Benevento e l’intero territorio del Sannio sono stati messi in ginocchio dalle forti piogge e dalle alluvioni e inondazioni che ne sono scaturite. Ora si attende che venga dichiarato lo stato di Emergenza.

Solopaca

 

Sono oltre 70 i comuni colpiti, per un totale di circa 700 milioni di euro di danni, considerando la scomparsa totale di circa 500 chilometri di strade ed il crollo di 10 ponti che lasciano ancora isolate alcune comunità e alcune frazioni della provincia, ma da questa prima stima sono escluse le attività produttive e le abitazioni civili, in quanto al momento non è ancora possibile fare una stima del disastro causato da questo misto di acqua e fango che si è riversato sulle case, nelle strade, nei terreni, nelle fabbriche.

 

Sembra che dovremmo aspettare almeno 4 anni prima di poter ricominciare a produrre la ben nota Falanghina Beneventana. Intanto si spala ancora il fango e i detriti. Tanti i volontari che aiutano come possono, dedicandosi a risollevare le sorti di un popolo distrutto e messo in ginocchio da ben due eventi atmosferici straordinari.

alluvione-benevento-esondazione

Sono tanti anche i messaggi di solidarietà, e le raccolte di beneficenza, che la città di Benevento e il popolo sannita hanno ricevuto da tutta Italia, segno dell’attenzione e della vicinanza diffusa a questi territori, e segnale di speranza  soprattutto in momenti come questi. Ma ciò che sorprende di più è la forza di volontà e il coraggio con cui l’intera popolazione del Sannio ha deciso di ripartire. Non sono stati lì fermi ad attendere aiuti da parte del Governo, hanno scorciato le proprie maniche e si sono messi al lavoro.

Allo stesso modo, le varie aziende colpite e distrutte da questi eventi, hanno scelto di alzare la testa e andare avanti, un esempio è il pastificio Rummo che grazie ad un post sui social network, in cui veniva chiesto di acquistare la pasta Rummo, è riuscita a raccogliere la solidarietà non solo di tutta Italia, ma di tutto il mondo; oppure possiamo ricordare l’azienda vinicola Solopaca che ha messo in vendita (per pochi euro) le bottiglie di vino ricoperte di fango, così come sono, “sporche ma buone” è il motto che aiuta la vendita.

bottiglie-vino-fango-Solopaca

Purtroppo, dal Governo ancora nulla di certo sugli aiuti economici e sulla dichiarazione dello stato di emergenza, ma sembra che per venerdì 30 ottobre, si dovrebbe trovare una soluzione. Intanto i deputati campani del Movimento 5 Stelle, hanno scelto di non attendere e hanno devoluto 102.548,50 euro della prima restituzione dei propri stipendi per il ripristino dei laboratori dell’Istituto  scolastico “S. Rampone”. Un contributo diretto per l’acquisto di computer e attrezzature per i laboratori d’informatica, grafica, tecnologici e linguistico dell’istituto. Un modo concreto per sostenere e aiutare una struttura scolastica che è tra le eccellenze didattiche campane in termini di uso delle nuove tecnologie, innovazione e attività avanzate.

Intanto, nelle prossime ore è prevista ancora emergenza meteo al sud, speriamo che non vada ad aggravare la situazione di questi comuni già fortemente colpiti e affondati.

Leggi di più...

Solidarietà a Nadija Korol

Era il 29 agosto 2015, quando in una serata come tante Anatoliy Korol è diventato un eroe per tutti gli italiani e nello specifico per gli abitanti di Castel Cisterna, comune in provincia di Napoli.

korol

L’uomo riuscì a sventare la rapina al supermercato nel quale aveva poco prima fatto la spesa.

Era appena uscito quando si accorse che dei tipi loschi stavano entrando all’interno del supermercato, dove alla cassa c’era solo una ragazza; l’uomo non ha esitato e, una volta messa in salvo la figlia piccola nel parcheggio antistante il supermercato, è tornato indietro per affrontare i due malviventi. Si è lanciato su uno di loro per cercare di disarmarlo, ma purtroppo il suo gesto, anche un po’ avventato, non gli ha salvato la vita, il complice ha subito aperto il fuoco su di lui e lo ha pugnalato più volte alla schiena.

Una storia che ha lasciato l’amaro in bocca per la morte di un nobile uomo, ma anche tanta gratitudine per il gesto di un eroe, che senza pensarci due volte è corso in aiuto di persone che nemmeno conosceva.

images (1)

Tanti i ringraziamenti a questo eroe dei nostri tempi, tra cui il più importante è la Medaglia d’oro al valor civile che il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato nelle mani della signora Nadija Korol, ringraziandola per la sua decisione di restare in Italia e ricordandole che non sarà dimenticata.

Inoltre, sono state tante le persone che hanno voluto dare il proprio aiuto alla moglie e alle figliolette dell’eroe ucraino, tra cui il proprietario del supermarket, Michele Piccolo, che si è reso disponibile a fornire alla famiglia aiuto morale e materiale, a pagare gli studi alle bambine e anche a dare un posto di lavoro alla moglie di Anatolij (anche se per lei non sarebbe proprio facile tornare ogni giorno a lavorare nel luogo dove le hanno ucciso il marito).

gabanelli_report

A questi gesti di solidarietà si aggiunge quello della trasmissione Report di rai 3, condotta da Milena Gabanelli, che ha messo all’asta i premi vinti dalla trasmissione negli ultimi 5 anni e ha donato alla donna, invitata alla serata, un premio di circa quindici mila Euro. Un aiuto concreto, che aiuterà per un po’ la donna ad andare avanti e a non preoccuparsi del futuro suo e delle sue figlie.

Insomma, gli italiani hanno dimostrato un cuore davvero grande e tanta riconoscenza ad un uomo che era uno di noi e non certamente “l’altro” di cui liberarci.

Leggi di più...

Via Gaetano Azzariti si chiamerà Via Luciana Pacifici

Dal 17 novembre Via Gaetano Azzariti ( già presidente del Tribunale della Razza fascista) a Napoli, zona Università Federico II, cambierà nome, si chiamerà Via Luciana Pacifici.
Gaetano Azzariti  dopo la caduta di Mussolini riuscì a riciclarsi fino a diventare, complice Togliatti ministro della Giustizia, fino a diventare presidente della Corte Costituzionale (dove c’è ancora un suo busto).
Luciana Pacifici, ebrea, nata a Napoli nel ’43 vicino a Via Azzariti, morì pochi mesi dopo, probabilmente di stenti, nel viaggio della morte che la condusse insieme ai genitori verso Auschwitz. Una bimba di pochi mesi idealmente rappresentativa dei 558 bambini sotto i dieci anni che l’Italia nel ’43 mandò nei campi di concentramento.

Leggi di più...

3 poliziotti arrestati nel casertano

Avrebbero fatto sesso nelle auto di pattuglia e nel commissariato di Marcianise i 3 poliziotti arrestati con altre 13 persone nel casertano. Lunga la lista dei reati contestati: associazione per delinquere finalizzata al traffico di droga, all’usura, truffa, corruzione, concussione e all’abuso d’ufficio.
Avrebbero anche usato l’auto di servizio per accompagnare il cantante Gigi D’Alessio a un concerto.

Leggi di più...

Catturato Michele Cuccaro Latitante dal 2013

 

Il Ministero dell’Interno lo aveva inserito nell’elenco dei latitanti più pericolosi, Michele Cuccaro, 49enne napoletano, del clan Cuccaro ritenuto elemento di vertice dell’omonimo clan attivo nei quartieri a est della provincia di Napoli, già famoso per il video dell’Espresso durante la festa dei gigli di Barra, dove si faceva largo tra la folla con la sua Rolls Royce, sulle note del padrino, con la benedizione di chi celebrava il rito religioso. Ricercato dal luglio del 2013 e latitante dal novembre dello stesso anno, lo hanno catturato i carabinieri del gruppo di Torre Annunziata (Napoli).

Leggi di più...

Offriva soldi nelle uova di pasqua, viaggi ed escort in cambio di appalti

Si arricchisce di dettagli il mondo che ruotava intorno all’imprenditore Angelo Grillo di Marcianise, vicino al clan Belforte, egemone nell’area. Infatti è di oggi la notizia che l’imprenditore per avere gli appalti dalle Asl ed i comuni Casertani, nascondeva soldi nelle uova di pasqua, offriva viaggi ed escorts. I carabinieri di Caserta hanno arrestato 6 persone per corruzione aggravata dal metodo mafioso, tra cui il funzionario dell’Asl Raffaele Crisci, attuale responsabile dell’ufficio affari legali, e Giuseppe Gasparin, ex direttore amministrativo dell’Asl ed ex sindaco di Caserta.

Leggi di più...