ESPLORAZIONE CENTRO COMMERCIALE CINESE

ESPLORAZIONE CENTRO COMMERCIALE CINESE E MULTISALA [ITALIA ABBANDONATA]









ESPLORAZIONE CENTRO COMMERCIALE CINESE
In molti ci avete consigliato di andare ad esplorare il Magic Movie Park, un multisala abbandonato alle porte di Milano che nasconde anche una sorta di centro commerciale cinese, un’area negozi al piano inferiore completamente devastata. Siamo riusciti ad esplorare ogni singolo angolo della struttura compresa la parte del tetto! Il posto è abbastanza popolare ed ampliamente vandalizzato, pericoloso e pericolante quindi evitate di andarci!

Leggi di più...

Italia U21-Germania U21 1-0 – HD HIGHLIGHTS




Italia U21-Germania U21 1-0 – HD HIGHLIGHTS

Europei Polonia Under 21
Italia U21-Germania U21 1-0 Gol & Highlights – 24/06/2017
Italia U21-Germania U21 1-0 Tutti i gol & Highlights – 24/06/2017
Tutti i gol di Italia U21-Germania U21 risultato del 24/06/2017
Italia U21-Germania U21 1-0 all goals and highlights goles y resumen
Italy U21-Germany U21 1-0 Gol & Highlights – 24/06/2017



Leggi di più...

Visita sul set di Un Posto al Sole

fan di Un Posto al Sole potranno festeggiare l’inizio dell’estate con una bella notizia. A fine mese Palazzo Palladini, location chiave della soap opera partenopea, aprirà le porte al pubblico. La villa di #Un posto al sole si trova a #Napoli, nell’esclusivo quartiere di Posillipo e si chiama in verità Villa Volpicelli. L’edificio merlato risale ai primi anni del Seicento ed è incorniciato da rigogliosi giardini pensili che si combinano armoniosamente con la macchia mediterranea circostante.
E’ sufficiente cercare sulla cartina via Ferdinando Russo 4 per arrivare al cospetto della mitica palazzina con vista Vesuvio che si trova sulla Riva Fiorita, uno dei luoghi più famosi di Posillipo per le residenze storiche, una su tutte Villa Rosebery, attuale residenza napoletana del Presidente della Repubblica Italiana.
Palazzo Palladini non si può visitare perché è proprietà privata, ma in casi eccezionali vengono organizzati al suo interno eventi aperti al pubblico. Lo scorso 25 febbraio la villa ha ospitato per Carnevale 2017 la festa in maschera più esclusiva di Napoli: l’evento “C’ era una volta…” organizzato da Sea Touring Club Napoli. Attualmente la villa è abitata dai successori di Raffaele Volpicelli che nel 1884 la acquistò durante un’asta e fece realizzare dei lavori di ristrutturazione per riportarla al suo primissimo aspetto.
Un Posto al Sole, visite guidate sul set
Gli appassionati della celebre soap opera partenopea, trasmessa da lunedì a venerdì su Rai 3 alle 20.45 da oltre 20 anni, conoscono come le proprie tasche i lussuosi interni di casa Ferri, la terrazza panoramica dove vive la famiglia Boschi, ed il rigoglioso giardino curato dal portiere Raffaele Giordano.

Ecco perché il CPTV RAI di Napoli ha deciso di organizzare periodicamente delle visite guidate gratuite sui set interni di Un Posto al Sole. La prossima “gita al sole” si terrà giovedì 29 giugno 2017 alle ore 10.30 e per prenotarsi è sufficiente scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica web.unpostoalsole@rai.it indicando le proprie generalità e quelle di un eventuale accompagnatore maggiorenne (nome, cognome, data e luogo di nascita). Per sapere quando si svolgeranno i prossimi tour dietro le quinte della longeva serie televisiva italiana, basta tenere monitorata la sezione news del sito ufficiale www.unpostoalsole.rai.it.

Leggi di più...

Sal Da Vinci, 25 anni di matrimonio con Paola

“Amore mio, meravigliosa creatura discesa da cielo per rendermi felice in questa folle e gioiosa e vita, l’amore non ha traguardi, siamo noi che misuriamo il tempo, difatti sembra ieri dal ns fatidico sì, sono passati solo 25 anni, sei sempre più bella ed io sempre più innamorato”. Questa la dedica che Sal Da Vinci ha voluto fare alla moglie Paola in occasione del loro 25esimo annversario di matrimonio.

“Grazie per essermi accanto il questo viaggio meraviglioso dell’amore… Ti amo”, ha concluso il cantante, pubblicando una foto di quel giorno su Instagram.

Leggi di più...

Clementino – Joint

Nu sentiero m’ha purtato cca
Vire quanti cose so’ cagnate
Tu vuò sentì ‘n’ata musica
‘A strada che è l’unica, fratemo, nun ce pensà
Cu’ doje pret’ che pal re port
‘E nuttate sempe cchiù scetat’
Dopo tutti questi sbattimenti
Sono stanco e penso…

[Ritornello]
Ce vuless’ nu joint
Joint, joint, joint
Perd’ ‘o cunt’ d”e joint
Joint, joint, joint

[Strofa 1]
Testa calda ghost rider
Black iena e dart fighter
Sulle teste come breaker
Buco teste black and decker
Ma ti stai zitto quando fumo col delay
Iena white widow faccio sumo con gli dei
Vec drag mar lag
Spaccanapl ind o’ sang
Uanm e che capo branc
Sta ser sto’ a capo funk
T scass o’ banc
Vec o’ cappelaio matt
Vien che t’attacc o’ tram
E fa nu bancomat
Straight Outta Napoli arriviamo primi in Fimi
Cleme caterpillar sui vostri intestini
At ca gar re criatur e chi sa fa chiù long
Nuje c’amma cunsumat filtr blunt e pur e’ bong
(‘mm staje for)
Rapid passm o’ gas
Ropp t ven na famm
Uanm e che m magnass
Par nu quadr e’ Picasso
Pienz ca stong smuntat
Fratm caric o’ blunt è pront a siconda puntat

[Ritornello]
Ce vuless’ nu joint
Joint, joint, joint
Perd’ ‘o cunt’ d”e joint
(Vir na cord fin a quann nun se spezz) Joint
(Gir na bomb frè co’ cheese e cu l’haze) Joint
(Scende dal dirigibile sulla nazione) Joint
(Il freddo col terribile va dritto al cuore)

[Strofa 2]
Power Afghan miezz A’dam Super Saiyan
O.G kush frà hash choco lupo e’ brav
Super Silver Haze ballo come dirty dancing
Il mio gruppo preferito skunk anansie
Crema che ti fa volare Hancock
Un’altra notte da leoni come a Bangkok
Un’uragano di guai fino all’Uruguay
E con il taglio di Thai mazzate Budokai
T port o’ gass appicciat
Chi po’ stress ha pippat
Acchittat ind è fest abbuccat co cess appilat
Er carut ind a nu fuoss
O’ frat a tutt l’or
Sta rabbia super o’ rimors e strangl o’ dulor
Ric terron e tu capisc terrorist
Tras riritt dint a black list
A mann un chist tecct chist
E dopo quattro spliff
Ti muovi tipo gif
Po’ mannm nu beat
Ij scelg co’ rap a ju jitsu

Ascolta ‘Joint’ all’interno di ‘Vulcano’, il nuovo album di Clementino: https://umi.lnk.to/vulcano
Regia di Mauro Russo
Fotografia Stefano Tramacere
Montaggio Giacomo Lalli
Color correction Mattia Tedeschi
Assistente fotografia Diego De Luca
Aiuto regia Alessandra Druga Alfieri
Organizzazione Salvatore Caracuta , Youssef el Kamili
Produzione esecutiva Passo Uno
Segui Clementino su…
Facebook: https://www.facebook.com/ClementinoIe…
Twitter: https://twitter.com/CLEMENTINOIENA
Instagram: https://www.instagram.com/clementinoiena

Music video by Clementino performing Joint. (C) 2017 Universal Music Italia Srl

Leggi di più...

LITORALE DOMIZIO, UOMO MUORE IN SPIAGGIA

TRAGEDIA SUL LITORALE DOMIZIO, UOMO MUORE IN SPIAGGIA DAVANTI AGLI OCCHI DEI BAGNANTI – INTERNAPOLI.IT, QUOTIDIANO DI INFORMAZIONE ONLINE.

Un dramma si è consumato a Baia Domizia, dove un uomo di 50 anni, finlandese, è annegato mentre faceva il bagno nel territorio di Sessa Aurunca.
L’uomo ha accusato un malore poco dopo essersi tuffato, per poi morire davanti agli occhi, terrificanti, dei bagnini.

L’uomo era a Caserta come turista e per questo motivo la salma dovrebbe rientrare in patria. Si devono però attendere le decisioni dell’autorità giudiziaria, prontamente informata del decesso.

Leggi di più...

Flashmob Norimberga 2014 – Inno alla gioia

Fuori di apprezzamento verso la nostra regione. Molte grazie a tutti i membri della “Hans Sachs” -Choir e l’Orchestra Filarmonica di Norimberga che ha assunto la nostra idea con entusiasmo ed eseguito così bene alla Chiesa di S. Lorenzo a Norimberga sul 14 Giugno 2014! Quindi un grande grazie a tutti coloro che sostiene e rende omaggio ai partecipanti di questa flashmob con una simile!

Leggi di più...

Ventunenne di Caserta muore a 10 giorni dal tragico incidente stradale

Caserta – La città piange la morte di un giovane ragazzo, rimasto coinvolto in un tragico incidente stradale poco più di dieci giorni fa. Giuseppe Zampella, 21 anni, era sul motorino di un amico la notte tra il 10 e l’11 giugno, quando, nel tratto di strada compreso tra la zona ex Saint Gobain e la frazione di Falciano, il mezzo su cui viaggiava si è scontrato con un’auto. L’impatto è stato violento e i danni maggiori li ha subiti proprio il passeggero dello scooter: le sue condizioni sono apparse subito molto gravi e il giovane è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Caserta, dove i medici hanno fatto il possibile per farlo uscire dal coma e salvargli la vita. Purtroppo le condizioni di Giuseppe non sono migliorate ed il ragazzo è deceduto nella serata di ieri. Tantissimi gli amici che lo hanno salutato in queste ore: tutti ne hanno ricordato la solarità, il sorriso contagioso e la spensieratezza tipica di un ragazzo di 21 anni. Purtroppo un destino tragico ha spezzato la sua vita proprio nell’età più bella. (Claudio Senese)

Leggi di più...

Guglielmo Longobardo. Segreti mediterranei




La mostra Pittura continua di Guglielmo Longobardo allestita presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli mi ha consentito di fare una riflessione sulla pittura a partire dagli anni Settanta. Anni in cui si ha un ritorno passionale al sociale e ad una artisticità tradizionale dopo tanta affermazione di minimalismo, concettualismo, linearismo analitico, che hanno agito da fattori dogmatici, frenando lo stesso spirito di ricerca e di sperimentazione, perché ognuno che ha fatto qualche cosa di estroso, anche importante, pensava di essere diventato un legislatore, maestro con obbligo di seguaci, tutto l’opposto dello spirito vero della modernità che richiede un incessante, continuo, empirismo eretico. L’apparizione, come autentica epifania, della pittura di Longobardo, che porta con sé il genius della propria identità, ma è disposto a scambiarla per simboli e immagini d’un lungo cammino fatto nella diversità e nella disseminazione, fa dell’artista flegreo un elemento di assoluta discontinuità a partire dalla pittura, chiamata non ad essere nuovo oltre e nuovo altro, ma a declinare la pluralità, la differenza, l’individualità. Una verifica dei poteri di un’avventura nell’immaginario, che non si nega niente, mentre fa continue affermazioni sul colore, sull’icona e sull’emozione, affidando al saper vedere, un compito mediatico, che è quello di far vedere, nella fisica dell’immediatezza, i traumi e le apoteosi del pensiero, dell’immaginario. Longobardo è pittore dalle ingannevoli sensuali narrazioni del tufo, attratto dalle giganteggianti solitudini del mare, immerso nei bagni angelicati d’azzurro e giallo, tra le mitiche divinità del rosso pompeiano e dei filtri magici, sospeso, tra le tracce dell’occasum archeologico e la necessità di uscire dalla bidimensionalità con alfabeti concettuali e lacerti pop: tutto tra un’arcadia mediterranea e un pandemonio di segni sintetici. La specificità di questo panottico è data da una pittura come dinamica incessante, che non è movimento direzionale in senso classico, ma un continuo scuotimento della psicologia, della sensibilità e dei sentimenti. Tutto questo, senza badare al consensum gentium, perché Longobardo è molto più attento al proprio punto di vista, alla propria poesia e ai propri idola, che corrispondono allo stile dell’artista e che esprimono la fantasia e la fascinazione, di un incessante viaggio che prima d’essere del corpo è della mente.



Leggi di più...