Nola, in giunta Carmine Pizza. Sarà assessore all’ambiente

Gli auguri del sindaco Biancardi

“L’ambiente si tutela prima di tutto con il rispetto delle regole ed é per questo che sarà data massima priorità alle attività di prevenzione e repressione dei comportamenti che vanificano i risultati della raccolta differenziata. No allo sversamento fuori orario ed al sacchetto selvaggio”: é quanto afferma il neo assessore all’Ambiente del Comune di Nola, Carmine Pizza.

A fargli gli auguri di buon lavoro é il sindaco Geremia Biancardi: “Sono certo che Carmine Pizza onorerà il mandato ricevuto con responsabilità istituzionale ed impegno personale. Mi auguro che la nostra comunità collaborerà con l’assessore all’Ambiente nell’interesse della salute di tutti ed a salvaguardia del decoro e della vivibilità della nostra città”.

Sorgente: Ottopagine

Leggi di più...

Le 10 ATLETE più BELLE al MONDO






Nella top ten di oggi andremo a scoprire Le 10 atlete più belle del mondo. Di seguito la lista dei loro nomi e lo sport nel quale gareggiano. Allison Stokke salto con l’asta – Antonija Misura Basket pallacanestro – Michelle Waterson arti marziali miste Bellator – Leryn Franco Lancio del giavellotto – Roxy Louw Surf – Blair O’Neal Golf – Kim Glass Volley Pallavolo – Silje Norendal Snowboard – Sierra Blair Coyle Free Climbing Arrampicata – Winifer Fernandez Volley Pallavolo. Così non dovrete chedermelo nei commenti.



Leggi di più...

La cattura di Johnny lo zingaro 





A catturarlo sono stati gli agenti dello Sco della Polizia a Taverne d’Arbia, nel Senese. Lui, Giuseppe Mastini in arte Johnny Lo Zingaro.
L’uomo con alle spalle furti, rapine e un omicidio, fu condannato all’ergastolo nel 1989 in seguito a una serie di sparatorie e sequestri di persona effettuati a Roma.



Leggi di più...

L’omicidio dei carabinieri Antonio Fava e Giuseppe Garofalo. Arrivano 2 arresti eccellenti –





Le stragi mafiose di inizio anni ’90 furono frutto di un patto di ferro tra mafia e ‘ndrangheta. A conferma di questo arrivano due arresti eccellenti da parte della polizia, sarebbero i mandanti del duplice omicidio dei carabinieri Antonio Fava e Giuseppe Garofalo. Servizio di Massimiliano Niccoli




Leggi di più...

Camel Toe: ecco la moda a “zampa di cammello” che sta spopolando in Giappone

In fatto di stranezze i giapponesi sono per distacco i primi in assoluto. Dalla terra del Sol Levante infatti arriva una nuova moda, decisamente bizzarra, quella del camel toe, ossia zampa di cammello. Altro non è che l’effetto che si crea quando si indossa un pantalone o un leggings così attillato da rendere visibili le forme delle parti intime. Per ottenere lo stesso risultato i giapponesi si sono inventati della biancheria intima con un’imbottitura appositamente modellata.

Quello che per noi occidentali è stato sempre un effetto antiestetico e assolutamente da evitare, in Giappone è una vera e propria moda che sta spopolando.
In realtà, nei paesi dell’est, la tendenza a mettere in mostra le forme delle parti intime si era già diffusa circa dieci anni fa, ma ora il successo è incredibile, e anche i personaggi del mondo dello spettacolo ne sono stati contagiati. Così, in Giappone, non è raro vedere un vip durante un’apparizione pubblica indossare capi che creano l’effetto camel toe.
La notizia più incredibile riguarda il fatto che il prodotto, in vendita online, è disponibile anche per uomo. Moda trash o trovata geniale?

Sorgente: Camel Toe: ecco la moda a “zampa di cammello” che sta spopolando in Giappone – Libero Quotidiano

Leggi di più...

Il sottomarino nucleare Kursk, la macchina da guerra più grande e perfetta mai creata





Il sottomarino nucleare Kursk, la macchina da guerra più grande e perfetta mai creata dalla marina russa, si inabissò il 12 agosto del 2000, nelle acque del mare di Barents, con 118 marinai a bordo, un grande carico di segreti e di sospetti. La versione ufficiale del Cremlino indicò come causa un incidente a bordo con l’esplosione di un siluro. Ma dieci anni dopo il documentario presentato da Falò, smonta la versione russa e propone una ricostruzione completamente diversa dei fatti e di quel che seguì al disastro. Testimoni e documenti riservati permettono di riaprire quella drammatica vicenda e spiegare che in quei giorni il mondo sfiorò una terza guerra mondiale.




Leggi di più...

Guidare parlando al cellulare fino a 6 mesi di sospensione della patente





Nuove sanzioni per chi parla al cellulare mentre è alla guida:

  • Alla prima infrazione è in arrivo l’immediata sospensione della patente fino a tre mesi,
  • che potranno diventare sei in caso di recidiva.
  •  aumentano le sanzioni pecuniarie e la decurtazione di punti sulla patente.

Questo provvedimento modifica la vecchia misura che prevedeva la sospensione in caso di recidiva nel corso di due anni.
Il provvedimento contiene misure che tendono a dare maggiore sicurezza ai ciclisti in strada e ai bambini a bordo.
“In commissione abbiamo pressoché ultimato l’esame degli articoli e degli emendamenti di una legge che ho ritenuto di presentare, alla luce delle diverse emergenze in tema di sicurezza stradale: poche e urgenti modifiche al codice della strada per contrastare gli incidenti e i comportamenti più rischiosi”, dichiara Michele Meta, presidente della Commissione Trasporti della Camera, che è anche relatore del testo.

“L’innovazione tecnologica – sottolinea Meta – deve essere

Michele Meta

sempre uno strumento per migliorare la sicurezza in automobile, come dimostrano le norme, anch’esse contenute nella legge in esame, sull’obbligo di dispositivi antiabbandono dei bambini. Quando invece le tecnologie diventano un fattore di distrazione, come testimoniano gli studi recenti sulle cause degli incidenti stradali, bisogna avere il coraggio di rispondere con una norma choc come questa”.

 

“Soddisfatto che l’orientamento del governo sia stato fatto proprio dal relatore del provvedimento. Era doveroso assumere una posizione più rigida per limitare l’uso di smartphone e dispositivi elettronici, oggi prima causa di incidenti anche mortali sulle strade”, afferma il viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Riccardo Nencini.

“Sono tre i nodi più significativi che il governo intende sciogliere per garantire maggiore sicurezza sulle strada”, precisa Nencini. Oltre all’immediata sospensione della patente per chiunque faccia uso di smartphone e altri dispositivi elettronici durante la guida, ci sono “l’obbligo per gli automobilisti di mantenere una distanza di sicurezza di almeno un metro e mezzo dai ciclisti, in fase di sorpasso” e “l’obbligo di dotarsi di seggiolini con dispositivi anti abbandono di bambini in auto”. Accanto “alla norma salva ciclisti, abbiamo previsto – aggiunge il viceministro – ingenti investimenti sulle quattro grandi ciclovie italiane e altri sono previsti nel prossimo piano città”.




Leggi di più...

Inchiesta The Queen: si pente il nipote di Sommese





Antonello Sommese, nipote dell’ex assessore regionale Pasquale Sommese, si pente e collabora. Una novità nell’inchiesta appaltopoli ribattezzata “The Queen” che punta a consolidare l’impianto accusatorio, all’indomani delle polemiche seguite alle scarcerazioni del Riesame. Sarebbero diversi i verbali, con gli interrogatori resi da Antonello Sommese, che vanno ad integrare e ad arricchire lo scenario disegnato nell’indagine dei pm Maurizio Giordano, Catello Maresca, Luigi Landolfi, Gloria Sanseverino e Sandro D’Alessio, coordinata dal procuratore aggiunto antimafia Giuseppe Borrelli. Un’inchiesta finita sotto attacco dopo una serie di annullamenti del Riesame, anche per mancanza di gravi indizi. In particolare, i giudici della Libertà avevano annullato la misura della custodia cautelare per 47 persone coinvolte dal blitz. Nel dettaglio, su 17 posizioni, il Riesame aveva fatto cadere l’ordinanza per insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza, per altri 30 – invece – l’annullamento era stato stabilito in base a sopraggiunte posizioni degli indagati (dimissioni o revoche di incarichi) o, in generale, per carenza di esigenze cautelari. La prima udienza è prevista per il 13 settembre, dinanzi alla quinta sezione penale. Antonello Sommese era stato arrestato insieme a suo zio, l’ex assessore e poi consigliere regionale Pasquale accusato di corruzione. E il nipote conoscerebbe dettagli di accordi sottobanco e collegamenti tra eccellenti. La sua voce ora si aggiungerà a quella di Loredana Di Giovanni, la prima indagata che – incastrata dalle intercettazioni – aveva riempito pagine di verbali e fatto tremare tutti i personaggi che, a vario titolo, avevano collaborate o interloquito con lo studio La Regina, il “centro” della presunta diffusa corruzione.

fonte: La Repubblica



Leggi di più...
femminicidio

Femminicidio: 4 donne uccise e una in fin di vita nelle ultime 24 ore





Queste ultime 24 ore lasciano dietro di se una lunga scia di sangue di donne uccise per mano di fidanzati e mariti.

  • A Montepulciano (Siena), un operaio di 56 anni ha ucciso l’ex moglie, una romena di 42 anni, a coltellate alla vigilia dell’udienza per la separazione mentre era nell’ aebitazione di due anziane che accudiva.
  • A Roma un 79enne si è tolto la vita lanciandosi dal 5/o piano dopo avere ucciso la moglie di 81 anni con una busta di plastica in testa.
  • A Bari, Donata De Bello di 48 anni è stata ammazzata a coltellate dal compagno, Marco Basile di 32 anni.
    A Cagliari, un giovane di 25 anni ha picchiato la fidanzata al termine di una lite e, credendola morta si è gettato da un cavalcavia. La ragazza invece era ancora viva ora è ricoverata in ospedale, in coma farmacologico.
  • L’ultimo femminicidio ieri a Dragoni (Caserta), dove Maria Tino, di 49 anni è stata freddata dal compagno che volava lasciare, con tre colpi di pistola per strada.




Leggi di più...

Cade dalla giostra da 20 metri. Muore madre di 27 anni





Una giovane madre di 27 anni, è precipitata da circa 20 metri nel vuoto, dopo essere salita su una delle attrazioni in un Luna Park a San Benedetto del Tronto poco dopo le 23.
Con lei – secondo alcune testimonianze – c’era un ragazzo. Entrambi, stando ai primi accertamenti, sembra fossero assicurati ai rispettivi supporti.
Tuttavia a un certo punto la ragazza si è sganciata precipitando nel vuoto sotto gli occhi di decine di presenti. La ragazza è morta pochi istanti dopo la caduta, a seguito, hanno rilevato i sanitari, delle gravissime lesioni riportate. La Procura della Repubblica di Ascoli Piceno ha disposto il sequestro della giostra, una capsula gravitazionale, dalla quale è precipitata la 27enne. Sul posto anche il medico legaleLa Procura della Repubblica di Ascoli Piceno ha disposto il sequestro della giostra, una ‘capsula gravitazionale’. Sarà l’inchiesta della magistratura ascolana a stabilire cosa non ha funzionato nel dispositivo di sicurezza al quale la donna era stata agganciata prima che l’attrazione venisse messa in movimento dagli addetti.



Leggi di più...

500mila casalinghe in meno negli ultimi 10 anni





Sono mezzo milione in meno rispetto a 10 anni fa le casalinghe. Il 40% di esse superano i 65 anni ed il 63% vive al Centro-Sud.
Si calcola che lavorino tra le mura domestiche per oltre 49 ore a settimana, 2539 ore annue, senza contare quelle fatte fuori casa.
Poco più della metà delle casalinghe non ha mai lavorato al di fuori delle mura domestiche nel corso della vita e il 10,8% (600 mila donne tra i 15 e i 64 anni) è scoraggiato, secondo i dati Istat, perché pur avendo cercato impiego non l’ha trovato e pensa di non poterci riuscire.
Ma per le più giovani, quelle di 15-23 anni, il motivo principale per cui non cercano lavoro è di natura familiare nel 73% dei casi (questa quota scende al 61,2% per la fascia di età successiva di 35-44 anni). Il carico di lavoro domestico per queste donne è “elevato”.





Leggi di più...

Arresti ai quartieri spagnoli, marche da bollo e marjuana nella lavatrice






Napoli – Arrestata dai carabinieri una cinquantenne napoletana, nella sua abitazione sono state trovate diecimila marche da bollo false, acquistate, secondo gli investigatori, allo scopo di contraffarle per aumentare il valore.
Denunciato anche un trentenne, nascondeva 12 involucri di marijuana, nel cestello della sua lavatrice.



Leggi di più...

Arrestato il baby boss latitante di Vanella Grassi Angrisano

Alessio Angrisano 20 anni, considerato dagli investigatori l’attuale reggente di quel che resta del clan camorristico della Vannella Grassi. Alle prime luci dell’alba gli uomini della polizia del Commissariato di Scampia, con l’ausilio degli operatori del Nucleo Prevenzione Crimine e di un elicottero, lo hanno stanato in un’abitazione al piano terra di Villaricca, comune a nord di Napoli.
Fratello di Francesco, 30 anni, (alias ‘Cioppetto’), ucciso a 30 anni in un agguato l’11 dicembre del 2016, e protagonista prima della sua morte, insieme alle persone destinatarie della misura cautelare, di condotte “dapprima minacciose e poi violente”, anche con l’utilizzo di armi, nei confronti di persone, tutte residenti nel Lotto G, nonché di un imprenditore. Condotte portate avanti utilizzando come pretesto i legami familiari delle vittime con altri soggetti vicino a un gruppo criminale antagonista a quello di Angrisano (imparentato con Salvatore Petriccione, considerato dagli investigatori il fondatore del clan della Vanella Grassi, clan negli ultimi mesi al centro di diverse inchieste della Dda partenopea).
Tensione sfociata a settembre in una serie di aggressioni intimidatorie che avevano, come obiettivo indiretto, l’imprenditore in questione, oggetto di continue minacce di incendio ai suoi distributori di carburante, poi culminate nei primi giorni di gennaio in un vero e proprio attentato incendiario agli impianti. Si è trattato di minacce che, sebbene in prima battuta apparissero finalizzate alla ritorsione immediata nei confronti dei congiunti più vicini rivali, e quindi ricadenti nell’ambito della violenza privata, sono risultate rivestire invece, alla luce di acquisizioni successive, di natura estorsiva. Un apporto importante alle indagini è stato dato soprattutto dagli accertamenti tecnici operati dalla polizia giudiziaria. Le persone offese, pur non mostrando reticenza nel denunciate i fatti di cui sono state vittime, hanno invece palesato timore nell’identificare compiutamente gli autori dei delitti, successivamente identificati attraverso attività operative.

Questi i nomi degli arrestati nel blitz dello scorso 24 gennaio in cui sfuggì alla cattura Alessio Angrisano:
FORTE Francesco nato a Napoli il 24.06.1990
CASABURI Carmine di Luigi nato a Napoli il 19.07.1997
IOIO Gianluca nato a Napoli il 13.09.1977
MUSELLA Giosuè nato a Napoli il 02.01.1986
CASABURI Ciro di Luigi nato a Napoli il 22.08.1989
BORRIELLO Antonio nato a Napoli il 18.08.1983

Leggi di più...

Greta & The Wheels – Darwin





Greta & The Wheels è una band formata da tre giovani ragazzi: Greta Zuccoli (voce), Emiliano Attolini (chitarre) e Lorenzo Campese (tastiere e voci). Sono tre amici che si sono conosciuti alla scuola di musica Musicisti Associati qualche anno fa. Tale band ha da poco pubblicato l’omonimo EP autoprodotto. Il primo singolo estratto dal nuovo EP è intitolato Darwin ed è accompagnato da un particolare videoclip firmato da Alessandro Freschi.

Darwin rappresenta un sogno, un viaggio surreale attraverso il tempo e lo spazio. Greta vola sul quadrante di un orologio, riconosce il futuro e il passato, il grande e il minuscolo, il pienissimo e il vuoto, fino a unirli alla vigilia del risveglio in un’unica eterna domanda: dove sono finiti gli umani?

Greta Zuccoli, “anima” di Greta & The Wheels, è una giovane cantautrice di 19 anni, che si avvicina allo studio del canto all’età di 14 anni presso la scuolaMusicisti Associati spaziando nei vari generi del canto moderno sotto la guida di vari maestri e musicisti.




Affascinata e incuriosita sin da bambina dalla voce delicata di Norah Jones, scopre la sua attitudine al canto jazz grazie al maestro Carlo Lomanto, che l’ha guidata poi nel suo percorso alla scoperta del jazz. Attualmente frequenta il secondo anno di canto jazz presso il Conservatorio di Napoli San Pietro a Majella sotto la guida della maestra Giuppi Paone. Versatile anche nei generi musicali diversi ha collaborato a diversi progetti musicali che la vedono interprete e cantautrice. Da sempre affascinata dalla musica folk-pop britannica riesce ad esprimere la sua musica in inglese addirittura meglio che nella sua lingua madre; questo il motivo per cui scrive in inglese i suoi pezzi.

Leggi di più...

Violentissimi scontri al G20 di Amburgo tra polizia e manifestanti





LE immagini da Amburgo sono come un flashback. I fatti hanno sempre la stessa dinamica. Il solito gruppo di black block che sfascia tutto, che da alla polizia il diritto-dovere di fare delle cariche su tutti i manifestanti.
C’è un solo modo per combattere i potentissimi della terra: fare rete e prendere decisioni strategiche che li danneggino dal punto di vista economico. Ci sarebbe anche altro ma per ora è l’unica cosa che si può fare.



Leggi di più...

Maradona è arrivato a Napoli

Maradona è arrivato a Napoli
Diego Armando Maradona è sbarcato a Napoli nel primo pomeriggio. Il fuoriclasse argentino è giunto all’Hotel Vesuvio sul Lungomare, accolto da alcuni tifosi azzurri che invocavano il suo nome.
Il ‘Pibe de Oro’ si è affacciato dal balcone per salutare i suoi fans. Più tardi la conferenza stampa a Villa D’Angelo al Vomero, in attesa del grande evento di domani in Piazza Plebiscito

“Ciao napoletani, vi aspetto in piazza Plebiscito, così ci divertiamo. Un bacione a tutti”. E’ il messaggio che Diego Armando Maradona aveva affidato ad un video su Facebook per invitare i tifosi azzurri alla cerimonia di domani sera, nella quale il ‘Pibe’ verrà insignito della cittadinanza onoraria dal sindaco della città Luigi De Magistris.

Leggi di più...

Intrappolati nei negozi, commercianti esasperati a Napoli: ennesima tragedia sfiorata a via Duomo

NAPOLI. «Siamo qui fuori bloccati ed attendiamo di poter lavorare, ma gli interventi non arrivano».<.br> Queste le parole dei due commercianti, rispettivamente di una società immobiliare e di un negozio di giocattoli, che da stamattina sono fermi all’interno della recinzione apposta a seguito della caduta di pietre e calcinacci da due balconi di un palazzo di via Duomo.

Dilagano le lamentele e le polemiche dei tanti negozianti del posto, che da tempo insistono nella richiesta di maggiori interventi e monitoraggi da parte degli enti predisposti, che, sempre secondo le voci degli esercenti della zona, aspetterebbero sempre la ‘tragedia’ prima di agire.

Leggi di più...

Sparano ad un collaboratore di giustizia ma colpiscono un 15enne

Stava camminando per strada a Napoli, in piazza Tafuri verso le 19.30, quando due uomini in motorino hanno aperto il fuoco per cercare di colpirlo. L’obiettivo dei due sicari è un ex collaboratore di giustizia. Ma hanno sbagliato traiettorie e ferito un 15enne che stava giocando a pallone con degli amici. Il ragazzo non è in pericolo di vita: il proiettile ha preso la natica sinistra. È stato ricoverato all’ospedale San Giovanni Bosco. Mentre il pentito è scappato e si è rifugiato nella stazione dei Carabinieri di Marianella. Tanta la paura tra la gente presente in quel momento nella piazza.

Leggi di più...