E la casta si scrive il "salvavitalizio"

Set 24 2014

E la casta si scrive il “salvavitalizio”

C’è profumo di elezioni in giro così cinque senatori del NCD (Nuovo Centrodestra, ma non si riesce a percepire le differenze con il vecchio centrodestra), Giuseppe Esposito, Pietro Langella, Federica Chiavaroli e Laura Bianconi – hanno invitato il Consiglio di Presidenza di Palazzo Madama “a valutare l’opportunità”, in caso di scioglimento anticipato dell’attuale legislatura, di “consentire, in via eccezionale e straordinaria, con una norma di natura transitoria, la possibilità per i parlamentari” di versare i contributi necessari “per il completamento del quinquennio”.

Il vitalizio, infatti, scatta dopo cinque anni pieni di legislatura e al compimento di 65 anni di età.

Con il salva-vitalizio, però, la pensione arriverebbe molto prima.

A scoprire la tresca il solito M5S, che hanno pubblicato tutto sul blog di Beppe Grillo.
Niente dagli organi di stampa preposti ed ufficiali.

Ma dopo le proteste, alla fine, l’ordine del giorno è stato ritirato. Il coordinatore di Ncd Gaetano Quagliariello parla di iniziativa “individuale” e “non coordinata con il gruppo”.

Commenti

comments

Che ne pensi? :)

Inserisci la tua attività, compila questo modulo