Mese: settembre 2015

28 Set

L’odissea degli OTD della Comunità Montana

Dopo oltre 15 anni di lavoro continuativo all’interno dell’Ente Comunità montana, continua l’Odissea degli operai a Tempo Determinato (OTD), che negli ultimi 3 anni hanno visto vacillare il proprio lavoro e le proprie speranze.

Non è semplice passare una vita a lavorare per un ente per poi veder vacillare il proprio futuro nel giro di pochi mesi, ed ecco a 50 e passa anni arriva il bisogno di doversi reinventare, trovare un nuovo lavoro in un’Italia in perenne crisi finanziaria. Comincia così l’Odissea degli Operai a Tempo Determinato (OTD) della Comunità Montana del Partenio – Vallo di Lauro, che per 16 anni hanno svolto il proprio lavoro in maniera impeccabile, ripulendo le nostre strade e i nostri prati, valorizzando le zone di montagna, aiutando i forestali nelle attività di sicurezza e nella prevenzione degli incendi, per poi trovarsi in mano un pugno di mosche e tante promesse inadempiute, come quelle di essere stabilizzati.

OTD 4

La crisi peggiore per questi operai è stata vissuta lo scorso anno, riuscendo a svolgere solo 9 giornate lavorative, al confronto dei 151 giorni di lavoro svolti negli ultimi anni. Da qui è partita la protesta, naturalmente pacifica e ben organizzata, di questi uomini che cercano risposte e sicurezze, non accontentandosi di un “i soldi non ci sono”, oppure “ci stiamo lavorando”; purtroppo, queste persone hanno scoperto a proprie spese che con le promesse non si può sfamare la propria famiglia e ora chiedono di più.

OTD 2

Per fortuna, non sono stati abbandonati a sé stessi, c’è chi ha preso a cuore il loro problema, mettendoci la faccia e protestando in prima persona al loro fianco. È il caso dell’ex Sindaco di Sperone, Prof. Salvatore Alaia, che nel corso del 2014 ha fatto sentire la sua voce nelle assemblee delle istituzioni competenti, fino a fare lo sciopero della fame, pur di aiutare questi 151 operai in attesa di speranza.

OTD 3

E forse questo 2015 è l’anno giusto, con l’avvento del Presidente De Luca, si apre uno spiraglio: infatti proprio De Luca, in campagna elettorale, aveva posto l’attenzione sui problemi degli operai idraulici Forestali, OTI e OTD, affermando che dal suo punto di vista ci sono le possibilità per rimettere al lavoro e garantire uno stipendio a questi operai, coinvolgendoli nei settori della Protezione civile, agricoltura, assetto idrogeologico, ambiente, nei controlli notturni, negli enti parco per la manutenzione dei sentieri in intesa con i Comuni, nelle scuole per la manutenzione, e così via. Affermando, infine, che bisogna utilizzare i capitoli finanziari di tutti i settori connessi, ma soprattutto presentare un piano industriale che impegni tutti i lavoratori in mansioni utili ai diversi comparti.

OTD 5

“In due anni, quindi, si potrà arrivare alla stabilizzazione di tutti i lavoratori: un programma serio e ragionato per i lavoratori a tempo determinato e indeterminato garantendo a tutti almeno le 151 giornate. Potremo definire un piano industriale per la forestazione con un pacchetto di attività lavorative che impegnino gli operai come si fa con una fabbrica. In questo modo troveremmo i soldi ed il lavoro. Diversamente, continueremo a vagare nel vuoto”.

Queste le parole e le promesse del Presidente De Luca durante la campagna elettorale, ma anche i fatti non si sono fatti attendere. Già dal mese di agosto gli operai sono di nuovo al lavoro, ma c’è ancora molta incertezza sulle loro sorti. Per il momento dovrebbero essere garantite le 51 giornate lavorative. Anche se la senatrice Nugnes afferma che non c’è stato nessun miracolo da parte di De Luca, e che i progetti erano già stati avviati in un periodo precedente al suo arrivo.

A noi non importa di chi sia il merito, l’importante è ridare un lavoro a questi uomini in attesa da troppo tempo.

Non resta che incrociare le dita e aspettare che nelle stanze della Regione Campania si prendano le decisioni giuste.

Stay tuned!!!

19 Set

Ucciso incensurato su una moto

 

Il cadavere di un uomo è stato trovato in serata in una strada nella zona di Capodichino, a Napoli. I carabinieri sono intervenuti in via Louis Bleriot dove vi era il corpo di una persona uccisa con colpi d’arma da fuoco secondo i primi accertamenti. A poca distanza è stata ritrovata una motocicletta.

17 Set

Papania, autorizzazione a procedere, con prove limitate

Quando un membro del parlamento commette un reato, occorre un autorizzazione a procedere del parlamento, che attraverso una commissione istruisce l’assemblea sul caso.
Solo dopo aver avuto l’autorizzazione a procedere, i giudici possono istruire il processo su un deputato o un senatore.
Il caso de senatore Papania è arrivato in parlamento 2 volte. La prima volta con il relatore  Bucarella (Moviento 5 Stelle), proposta bocciata,  la seconda volta con Alicata (Forza Italia),  con una  proposta, appunto autorizzazione a procedere molto limitata. Infatti sembra che il Senato abbia concesso l’autorizzazione ma nella sostanza, ha solo concesso ai giudici di utilizzare le intercettazioni (a proposito di rapporti che non sarebbero stati del tutto limpidi con la società di raccolta e smaltimento dei rifiuti, Aimeri) fino al 1° novembre 2010, annullando di fatto l’impianto accusatorio che si basava su intercettazioni successive, salvando comunque la faccia autorizzando a procedere.

13 Set

Marquez vince a Misano, Lorenzo cade, Rossi solo 5°

motogp

Solo 5° valentino Rossi, nel Gp di San Marino, sul circuito di Misano. Fuori Lorenzo con una caduta a pochi giri dal termine. La gara è stata caratterizzata dalla pioggia ad intermittenza, che ha costretto i piloti a rientrare due volte ai box per cambiare la moto. Partiti con le slick, dopo pochi giri la pioggia è diventata più intensa, tutti i team, hanno preparato le moto da bagnato. Rossi nel primo cambio moto perde qualche secondo da Lorenzo e Marquez, ma dopo pochi giri, il numero 46 era di nuovo in coda ai battistrada.
Ma nel frattempo la pista comincia ad asciugarsi. Cosi comincia la risalita di Smith, unico a restare in pista con le slick dalla partenza, al traguardo sarà 2°. Lorenzo cade lasciando sull’asfalto punti preziosi per il mondiale. Le Ducati non rientrano, a cambiare moto, perdendo inesorabimente posizione su posizione. Nel carosello dei cambi moto, Rossi, in testa ma rientrato ai box in ritardo, sarà 5° al traguardo, guadagnando punti preziosi su Lorenzo, che ha riportato un piccolo trauma cranico.

08 Set

Scomparse 3 adolescenti, i carabinieri avviano le indagini

Non danno notizie di se da ieri pomeriggio le tre ragazzine di Giugliano (Napoli). Concetta, Wanda e Marika si erano incontrate per una passeggiata in città. Dopo vari tentativi di mettersi in contatto con loro, i genitori si sono rivolti ai carabinieri, che hanno immediatamente avviato le indagini. I cellulari delle ragazzine continuano a restare spenti.

08 Set

Rione Sanità: corteo per Genny Cesarano

Corteo per Genny Cesarano

Il corteo di mamme, bambini e amici di Genny, il giovane di 17 anni ucciso con un colpo di pistola in piazza San Vincenzo alla Sanità, organizzato nel quartiere al grido “Genny era innocente”, Napoli, 7 settembre 2015. ANSA / CIRO FUSCO[/caption]
Rione Sanità, Napoli, un corteo prende corpo tra i vicoli del quartiere, per testimoniare l’innocenza di Genny Cesarano, il 17enne ucciso in piazza San vincenzo. Dicono: “Lo Stato non ci tutela. Nessuno lo fa, nemmeno la Chiesa”, sottolinea un ragazzo. “Precedenti? – dice una donna – tutti hanno sbagliato. C’è chi raccolta di una pistola: ma quale pistola, lui era un lavoratore, una vittima innocente”.

06 Set

Ucciso un 17enne forse per errore da un proiettile vagante.

omicidio di camorra

E’ arrivato in ospedale privo di vita il 17enne raggiunto dai colpi dei suoi assassini davanti ad una chiesa del centro, la Chiesa di San Vincenzo, erano le 4 di mattina, quando è stato ritrovato in fin di vita e trasportato inutilmente da una volante al Vecchio Pellegrini.
Il ragazzo, Gennaro D.C, residente in via Santa Maria Antesaecula, aveva una lunga lista di reati alle spalle, tentata rapina, porto abusivo d’armi, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e tra le ipotesi al vaglio degli investigatori quella di uno sgarro fatto ai boss del quartiere.
Il 17enne, da quanto si apprende è stato raggiunto da un solo colpo d’arma da fuoco, con il foro d’ingresso sulla schiena o sullo sterno. Sul luogo dell’agguato sono stati ritrovati 18 bossoli di proiettile di calibro diverse, a sparare sarebbe sta così più di un’arma. Qeusto lascia spazio all’ipotesi che l’obiettivo dell’agguato non fosse il giovane, che sarebbe stato così colpito per errore da un proiettile vagante.

05 Set

In 6000 per i test di ammissione per infermieri e operatori sanitari

Cominciano oggi i test di ammissione per gli aspiranti infermieri e gli operatori sanitari per gli atenei Federico II e Sun (Seconda Università di Napoli).
Rispettivamente, i candidati sono 3439 per l’ateneo federiciano – per i quali la sede dello svolgimento delle prove è nelle aule di Monte Sant’Angelo – e 2984 per il secondo polo universitario campano, che affronteranno la prova all’interno del Palapartenope.
A causa della grande affluenza di candidati, è stato necessario l’intervento dei Vigili Urbani che hanno disposto la chiusura di Via Barbagallo – la strada che costeggia il palazzetto della musica – nella quale si sono riversati amici e parenti di tutti coloro che in queste ore stanno svolgendo il test.

04 Set

Guardia giurata spara alla moglie poi si suicida

San Giorgio a Cremano, una guardia giurata con la pistola di ordinanza si è siucidata dopo aver ha tentato di uccidere la moglie cha al momento è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale ‘Loreto Mare’ di Napoli. L’episodio è avvenuto nell’abitazione della coppia.

03 Set

Ucciso 67enne vicino ai clan Misso e Tolomelli

Napoli Freddato con un colpo alla testa, e altri al corpo, Pasquale Ceraso, 67 anni, napoletano, era a bordo della sua twingo color grigio, parcheggiata all’angolo tra Discesa Sanità e vico Purità. Non ha avuto scampo, quei proiettili lo hanno ucciso sul colpo. Erano le 7.30 di mattina.
L’uomo,vicino ai clan Misso e Tolomelli, aveva precedenti per omicidio e spaccio di droga.

02 Set

Va In giro con un orologio da 35000 euro scippato

Scippato un orologio da 35mila euro qualche giorno fa, davanti ad uno degli alberghi del lungomare napoletano.
Il ladro è stato preso, grazie alle telecamere di sorveglianza attive nell’area.
Nel video i carabinieri hanno potuto identificare il ladro mentre si avvicinava al taxi sul quale c’era il turista, con il costoso orologio.

01 Set

Video: Un padre si scaglia sull’assassino di sua figlia (di 3 anni) durante il processo

Non ce l’ha fatta, quando si è trovato di fronte l’assassino di sua figlia, Dwayne Smith, il papà della piccola Jamila, non c’ha pensato due volte: si è scagliato contro quell’uomo che ha ucciso sua figlia, e l’ha colpito con dei pugni in testa. In tribunale, davanti al giudice e alla corte.
Il giudice ha proibito l’accesso all’aula del tribunale a quel papà, Dwayne Smith, ma non gli è stato contestato alcun reato.

01 Set

Papa Francesco concede assoluzione per aborto a tutti i sacerdoti

Siamo ad un altra svolta epocale di Papa Francesco il quale ha “deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l’Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono”. Il Papa lo scrive in una lettera a mons. Rino Fisichella.

“Anche per questo motivo – spiega – ho deciso, nonostante qualsiasi cosa in contrario, di concedere a tutti i sacerdoti per l’Anno Giubilare la facoltà di assolvere dal peccato di aborto quanti lo hanno procurato e pentiti di cuore ne chiedono il perdono”. “I sacerdoti si preparino a questo grande compito – conclude Bergoglio – sapendo coniugare parole di genuina accoglienza con una riflessione che aiuti a comprendere il peccato commesso, e indicare un percorso di conversione autentica per giungere a cogliere il vero e generoso perdono del Padre che tutto rinnova con la sua presenza”.

ANSA.it