29 Ott

Tutti uniti con Benevento e l’intero Sannio!

Nelle ultime due settimane Benevento e l’intero territorio del Sannio sono stati messi in ginocchio dalle forti piogge e dalle alluvioni e inondazioni che ne sono scaturite. Ora si attende che venga dichiarato lo stato di Emergenza.

Solopaca

 

Sono oltre 70 i comuni colpiti, per un totale di circa 700 milioni di euro di danni, considerando la scomparsa totale di circa 500 chilometri di strade ed il crollo di 10 ponti che lasciano ancora isolate alcune comunità e alcune frazioni della provincia, ma da questa prima stima sono escluse le attività produttive e le abitazioni civili, in quanto al momento non è ancora possibile fare una stima del disastro causato da questo misto di acqua e fango che si è riversato sulle case, nelle strade, nei terreni, nelle fabbriche.

 

Sembra che dovremmo aspettare almeno 4 anni prima di poter ricominciare a produrre la ben nota Falanghina Beneventana. Intanto si spala ancora il fango e i detriti. Tanti i volontari che aiutano come possono, dedicandosi a risollevare le sorti di un popolo distrutto e messo in ginocchio da ben due eventi atmosferici straordinari.

alluvione-benevento-esondazione

Sono tanti anche i messaggi di solidarietà, e le raccolte di beneficenza, che la città di Benevento e il popolo sannita hanno ricevuto da tutta Italia, segno dell’attenzione e della vicinanza diffusa a questi territori, e segnale di speranza  soprattutto in momenti come questi. Ma ciò che sorprende di più è la forza di volontà e il coraggio con cui l’intera popolazione del Sannio ha deciso di ripartire. Non sono stati lì fermi ad attendere aiuti da parte del Governo, hanno scorciato le proprie maniche e si sono messi al lavoro.

Allo stesso modo, le varie aziende colpite e distrutte da questi eventi, hanno scelto di alzare la testa e andare avanti, un esempio è il pastificio Rummo che grazie ad un post sui social network, in cui veniva chiesto di acquistare la pasta Rummo, è riuscita a raccogliere la solidarietà non solo di tutta Italia, ma di tutto il mondo; oppure possiamo ricordare l’azienda vinicola Solopaca che ha messo in vendita (per pochi euro) le bottiglie di vino ricoperte di fango, così come sono, “sporche ma buone” è il motto che aiuta la vendita.

bottiglie-vino-fango-Solopaca

Purtroppo, dal Governo ancora nulla di certo sugli aiuti economici e sulla dichiarazione dello stato di emergenza, ma sembra che per venerdì 30 ottobre, si dovrebbe trovare una soluzione. Intanto i deputati campani del Movimento 5 Stelle, hanno scelto di non attendere e hanno devoluto 102.548,50 euro della prima restituzione dei propri stipendi per il ripristino dei laboratori dell’Istituto  scolastico “S. Rampone”. Un contributo diretto per l’acquisto di computer e attrezzature per i laboratori d’informatica, grafica, tecnologici e linguistico dell’istituto. Un modo concreto per sostenere e aiutare una struttura scolastica che è tra le eccellenze didattiche campane in termini di uso delle nuove tecnologie, innovazione e attività avanzate.

Intanto, nelle prossime ore è prevista ancora emergenza meteo al sud, speriamo che non vada ad aggravare la situazione di questi comuni già fortemente colpiti e affondati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *