Categoria: Napoli

28 Set

WE’RE LOUD FEST! 2017 venerdì 6 ottobre 2017

WE’RE LOUD FEST! 2017 venerdì 6 ottobre 2017

WE’RE LOUD FEST! 2017 FESTEGGIAMO 15 ANNI DELLA SLOVENLY (dal 2002!) CON TRE NOTTI DI ROCK’N’ROLL A NAPOLI!!




THE KIDS (belgium)
SHANNON and the CLAMS (california)
DEMON’S CLAWS (canada)
REVEREND BEAT-MAN (switzerland)
the RIPPERS (sardinia)
J.C. SATAN (france)
the CAVEMEN (new zealand)
CONTROL FREAKS (usa)
HOLLYWOOD SINNERS (spain)
les LULLIES (france)
HOBOCOP (usa)
FEMALE TROUBLES (torre del greco)
TELEKRIMEN (mexico)
DESTROY ALL GONDOLAS (venice)
TJ & the LIPSTIX (sweden / rome)
MOTOSEGA (napoli)





+ surprises & loads of international DJs !!
+ preparty 5 October
+ surprise party 9 October

TIMETABLE / ORARI / EVENTS:
http://sloven.ly/loud-napoli-orari
http://sloven.ly/napoli-6oct
http://sloven.ly/napoli-7oct
http://sloven.ly/napoli-8oct

La Slovenly ha una storia a Napoli — lo Slovenly Rock’n’roll Bar erutto’ nella prima parte del 2003 e spaccio’ il rock’n’roll ai vivaci Napoletani per 18 mesi prima di scomparire in un soffio solforico.

Quasi 15 anni dopo, SIAMO TORNATI!! E speriamo di vedere tutti gli amici mongo del rock’n’roll che abbiamo fatto in giro per il mondo per WE’RE LOUD NAPOLI 6-7-8 ottobre 2017

TICKETS & INFO: http://slovenly.com/wereloudfest/napoli2017/
#wereloudfest

24 Set

Il Cinema trova casa a Napoli a Palazzo Cavalcanti

Il Cinema trova casa a Napoli a Palazzo Cavalcanti

Il Cinema trova casa a Napoli a Palazzo Cavalcanti
Settecento metri quadri a Napoli in cui ospitare registi, sceneggiatori e maestranze, un luogo di incontro e di confronto tra coloro che vogliono girare film, documentari, cortometraggi o serie televisive: da oggi è la realtà prefigurata dall’ufficio stampa del Comune di Napoli.
La ‘Casa del Cinema’ di Napoli a Palazzo Cavalcanti in Via Toledo è di prossima istituzione. Un lungo percorso di tre anni giunge così a conclusione grazie agli sforzi profusi dalla ‘Bronx Film”, dal Sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, da Maurizio Gemma, direttore della Film Commission Regione Campania e dall’Ufficio Cinema del Comune di Napoli.
“Sono orgoglioso del lavoro svolto quotidianamente a Palazzo Cavalcanti assieme a tutti i miei collaboratori della “Bronx Film” che per oltre trenta mesi hanno lavorato e profuso il massimo impegno per accogliere, a titolo gratuito, affiancando l’Amministrazione Comunale, tutte le produzioni che hanno realizzato i loro film, le loro serie TV a Napoli e in Campania” afferma Gaetano Di Vaio, produttore cinematografico.
“Siamo fiduciosi che questo sia solo il primo passo di un progetto molto più ampio” conclude Di Vaio “che possa veder coinvolti la Regione Campania e il Comune di Napoli per la realizzazione di un cineporto capace di soddisfare le esigenze del comparto cineaudiovisivo campano”.

Ufficio Comunicazione della Bronx Film
Pietro Pizzimento
Tel 0815491838

10 Ago

La lettera d’amore a Napoli di Valeria, Genovese da 33 mila like. De Magistris le dà la medaglia della città





Un post su Facebook da oltre 33mila like che è un lungo tributo d’amore alla città partenopea. Valeria Genova, la trevigiana autrice della lettera che ha spopolato sul web, ha incontrato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che le ha dato la medaglia della città.

Il primo cittadino ha ringraziato Valeria per quello che ha scritto su Napoli e sui napoletani, augurandole ogni successo nella sua nuova attività lavorativa a Roma. «Quando ​verrai​ di nuovo qui sarai sempre la benvenuta», ha detto il sindaco




18 Lug

Inchiesta The Queen: si pente il nipote di Sommese





Antonello Sommese, nipote dell’ex assessore regionale Pasquale Sommese, si pente e collabora. Una novità nell’inchiesta appaltopoli ribattezzata “The Queen” che punta a consolidare l’impianto accusatorio, all’indomani delle polemiche seguite alle scarcerazioni del Riesame. Sarebbero diversi i verbali, con gli interrogatori resi da Antonello Sommese, che vanno ad integrare e ad arricchire lo scenario disegnato nell’indagine dei pm Maurizio Giordano, Catello Maresca, Luigi Landolfi, Gloria Sanseverino e Sandro D’Alessio, coordinata dal procuratore aggiunto antimafia Giuseppe Borrelli. Un’inchiesta finita sotto attacco dopo una serie di annullamenti del Riesame, anche per mancanza di gravi indizi. In particolare, i giudici della Libertà avevano annullato la misura della custodia cautelare per 47 persone coinvolte dal blitz. Nel dettaglio, su 17 posizioni, il Riesame aveva fatto cadere l’ordinanza per insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza, per altri 30 – invece – l’annullamento era stato stabilito in base a sopraggiunte posizioni degli indagati (dimissioni o revoche di incarichi) o, in generale, per carenza di esigenze cautelari. La prima udienza è prevista per il 13 settembre, dinanzi alla quinta sezione penale. Antonello Sommese era stato arrestato insieme a suo zio, l’ex assessore e poi consigliere regionale Pasquale accusato di corruzione. E il nipote conoscerebbe dettagli di accordi sottobanco e collegamenti tra eccellenti. La sua voce ora si aggiungerà a quella di Loredana Di Giovanni, la prima indagata che – incastrata dalle intercettazioni – aveva riempito pagine di verbali e fatto tremare tutti i personaggi che, a vario titolo, avevano collaborate o interloquito con lo studio La Regina, il “centro” della presunta diffusa corruzione.

fonte: La Repubblica



09 Lug

Arresti ai quartieri spagnoli, marche da bollo e marjuana nella lavatrice






Napoli – Arrestata dai carabinieri una cinquantenne napoletana, nella sua abitazione sono state trovate diecimila marche da bollo false, acquistate, secondo gli investigatori, allo scopo di contraffarle per aumentare il valore.
Denunciato anche un trentenne, nascondeva 12 involucri di marijuana, nel cestello della sua lavatrice.



04 Lug

Maradona è arrivato a Napoli

Maradona è arrivato a Napoli
Diego Armando Maradona è sbarcato a Napoli nel primo pomeriggio. Il fuoriclasse argentino è giunto all’Hotel Vesuvio sul Lungomare, accolto da alcuni tifosi azzurri che invocavano il suo nome.
Il ‘Pibe de Oro’ si è affacciato dal balcone per salutare i suoi fans. Più tardi la conferenza stampa a Villa D’Angelo al Vomero, in attesa del grande evento di domani in Piazza Plebiscito

“Ciao napoletani, vi aspetto in piazza Plebiscito, così ci divertiamo. Un bacione a tutti”. E’ il messaggio che Diego Armando Maradona aveva affidato ad un video su Facebook per invitare i tifosi azzurri alla cerimonia di domani sera, nella quale il ‘Pibe’ verrà insignito della cittadinanza onoraria dal sindaco della città Luigi De Magistris.

03 Lug

Intrappolati nei negozi, commercianti esasperati a Napoli: ennesima tragedia sfiorata a via Duomo

NAPOLI. «Siamo qui fuori bloccati ed attendiamo di poter lavorare, ma gli interventi non arrivano».<.br> Queste le parole dei due commercianti, rispettivamente di una società immobiliare e di un negozio di giocattoli, che da stamattina sono fermi all’interno della recinzione apposta a seguito della caduta di pietre e calcinacci da due balconi di un palazzo di via Duomo.

Dilagano le lamentele e le polemiche dei tanti negozianti del posto, che da tempo insistono nella richiesta di maggiori interventi e monitoraggi da parte degli enti predisposti, che, sempre secondo le voci degli esercenti della zona, aspetterebbero sempre la ‘tragedia’ prima di agire.

26 Giu

Visita sul set di Un Posto al Sole

fan di Un Posto al Sole potranno festeggiare l’inizio dell’estate con una bella notizia. A fine mese Palazzo Palladini, location chiave della soap opera partenopea, aprirà le porte al pubblico. La villa di #Un posto al sole si trova a #Napoli, nell’esclusivo quartiere di Posillipo e si chiama in verità Villa Volpicelli. L’edificio merlato risale ai primi anni del Seicento ed è incorniciato da rigogliosi giardini pensili che si combinano armoniosamente con la macchia mediterranea circostante.
E’ sufficiente cercare sulla cartina via Ferdinando Russo 4 per arrivare al cospetto della mitica palazzina con vista Vesuvio che si trova sulla Riva Fiorita, uno dei luoghi più famosi di Posillipo per le residenze storiche, una su tutte Villa Rosebery, attuale residenza napoletana del Presidente della Repubblica Italiana.
Palazzo Palladini non si può visitare perché è proprietà privata, ma in casi eccezionali vengono organizzati al suo interno eventi aperti al pubblico. Lo scorso 25 febbraio la villa ha ospitato per Carnevale 2017 la festa in maschera più esclusiva di Napoli: l’evento “C’ era una volta…” organizzato da Sea Touring Club Napoli. Attualmente la villa è abitata dai successori di Raffaele Volpicelli che nel 1884 la acquistò durante un’asta e fece realizzare dei lavori di ristrutturazione per riportarla al suo primissimo aspetto.
Un Posto al Sole, visite guidate sul set
Gli appassionati della celebre soap opera partenopea, trasmessa da lunedì a venerdì su Rai 3 alle 20.45 da oltre 20 anni, conoscono come le proprie tasche i lussuosi interni di casa Ferri, la terrazza panoramica dove vive la famiglia Boschi, ed il rigoglioso giardino curato dal portiere Raffaele Giordano.

Ecco perché il CPTV RAI di Napoli ha deciso di organizzare periodicamente delle visite guidate gratuite sui set interni di Un Posto al Sole. La prossima “gita al sole” si terrà giovedì 29 giugno 2017 alle ore 10.30 e per prenotarsi è sufficiente scrivere una mail all’indirizzo di posta elettronica web.unpostoalsole@rai.it indicando le proprie generalità e quelle di un eventuale accompagnatore maggiorenne (nome, cognome, data e luogo di nascita). Per sapere quando si svolgeranno i prossimi tour dietro le quinte della longeva serie televisiva italiana, basta tenere monitorata la sezione news del sito ufficiale www.unpostoalsole.rai.it.

26 Giu

Sal Da Vinci, 25 anni di matrimonio con Paola

“Amore mio, meravigliosa creatura discesa da cielo per rendermi felice in questa folle e gioiosa e vita, l’amore non ha traguardi, siamo noi che misuriamo il tempo, difatti sembra ieri dal ns fatidico sì, sono passati solo 25 anni, sei sempre più bella ed io sempre più innamorato”. Questa la dedica che Sal Da Vinci ha voluto fare alla moglie Paola in occasione del loro 25esimo annversario di matrimonio.

“Grazie per essermi accanto il questo viaggio meraviglioso dell’amore… Ti amo”, ha concluso il cantante, pubblicando una foto di quel giorno su Instagram.

19 Feb

Si masturba in strada e lancia lo sperma addosso alle vittime

Si masturbava dinanzi ai bambini, alle adolescenti, in strada e dinanzi a diverse donne. In molti casi l’uomo di 37 anni, aveva poi raccolto lo sperma con una siringa e poi, incredibilmente, lo aveva spruzzato addosso alle ignari vittime. Dopo diverse denunce i carabinieri della stazione di Varcaturo, guidati dal maresciallo Procolo Petrungaro e coordinati dal capitano Antonio De Lise della Compagnia di Giugliano, lo hanno arrestato a seguito di ordinanza della procura di Napoli nord.

Due i reati configurati: atti osceni in luogo pubblico e lancio pericoloso di cose. In manette è finito I.F. 37 anni. L’uomo, così come raccontano i testimoni, è stato trovato a masturbarsi dinanzi ad una scuola paritaria, ad una scuola media e addirittura dinanzi ad una chiesa in piena sfida alle istituzioni ecclesiastiche. Diversi i racconti che hanno riempito le pagine dell’ordinanza di arresto. Ora l’uomo dovrà affrontare un processo .

17 Feb

7 Kili di marijuana sequestrati a Scampia





NAPOLI, 17 FEB – Sequestrati dalla Polizia  a Scampia, a Napoli, nell’ abitazione di un pregiudicato, Giuliano Taglialatela, di 30 anni, sette  chili di marijuana.   Taglialatela è imparentato con Fabio Cardillo, conosciuto come “Padre Pio” ed appartenente al clan Lo Russo.
Gli agenti del Commissariato di zona hanno fatto irruzione in casa sua, in via Impastato, dove hanno trovato la droga in borsoni da viaggio, oltre a poco più di 2 mila euro in contanti.
Il valore della droga sul mercato è di circa 250 mila euro.

Il pregiudicato è stato condotto nel carcere di Poggioreale.



05 Gen

Nasce il Primo Festival Italiano della Cinegustologia

Nasce il Primo Festival Italiano della Cinegustologia – Dal 5 Gennaio a Trevico la Prima Edizione Dedicata a Ettore Scola

Il 5 Gennaio 2017 parte a Trevico (la città natale di Ettore Scola) il primo Festival italiano della Cinegustologia, un nuovo modo di fruire il cinema attraverso le analisi del gusto ideato da Marco Lombardi, docente di Cinema ed Enogastronomia in alcune delle principali Università italiane, dallo IULM di Milano alla Sapienza di Roma, dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli.
Conferenze, degustazioni, laboratori, proiezioni, spettacoli e visite guidate saranno gli ‘ingredienti’ delle quattro giornate del Festival (5-8 Gennaio 2017) che coinvolge l’alta Irpinia (anche Vallesaccarda, la città Ecogastronomica e Zungoli, che fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia) e parta da Trevico, il centro abitato più alto del Mezzogiorno peninsulare. Un borgo medievale dell’alta Irpinia, incastonato tra Campania e Puglia a 1094 metri di altezza, che ha dato i natali (il 10 Maggio del 1931) ad Ettore Scola, che ha celebrato il suo legame con la città nel film “Trevico – Torino – Viaggio nel Fiat-Nam”, divenuto un simbolo negli anni 70’ delle narrazioni cinematografiche dell’emigrazione dei giovani meridionali verso le grandi fabbriche del Nord.
Oggi ad oltre 40 anni da quella pellicola del 1973, una delle grandi testimonianze dell’impegno civile del cinema di Scola, e ad un anno esatto dalla morte del regista irpino (il 19 Gennaio 2016) la sua città natale lo celebra dedicando interamente alle sue opere il primo Festival italiano della Cinegustologia, con un fitto programma di eventi cinegustologici che, grazie, grazie alla collaborazione con i Comuni di Vallesaccarda e di Zungoli, saranno una straordinaria vetrina delle eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche dell’intero territorio irpino della Baronia, ma saranno anche e soprattutto un modo per offrire ai più giovani  e non solo la possibilità di vedere alcuni grandi capolavori della storia del cinema italiano. Una storia che Ettore Scola ha attraversato per oltre quarant’anni (è datato 1964 il suo esordio alla regia), dirigendo alcuni dei più grandi attori del cinema italiano come Vittorio Gassman, Sophia Loren, Nino Manfredi, Marcello Mastroianni, Giovanna Ralli, Alberto Sordi e Massimo Troisi, ma anche grandi attori internazionali come Gerard Depardieu e Jack Lemmon.

Festival della Cinegustologia
Direzione Scientifica
Dott. Roberto Conte
Tel. 380-7123104
Mail: robertoconte8@libero.it
www.festivaldellacinegustologia.it
www.facebook.com/cinegustologia
www.instagram.com/cinegustologia
Google+: Cinegustologia
You Tube: Cinegustologia
Twitter: @Cinegustologia

30 Ott

Scossa di terremoto a Napoli alle 7.41

sismografo
Alle 7.41 la terra trema per lunghi secondi. L’epicentro nelle Marche.
Ai Quartieri Spagnoli la gente scende in strada: “Mi sono svegliata perchè il letto tremava – dice una donna in via Speranzella , che tiene in braccio un bambino – e ho sentito voci nelle scale e un fuggi fuggi generale. Mi sono spaventata”. Piccoli capannelli si formano intorno ai bar aperti.
Gente in strada anche in via Chiaia e piazza San Pasquale.
Al Vomero: “Tremava il lampadario, é stato lunghissimo”, scrive una ragazza su Facebook.
Dalla zona Ospedaliera: “La scossa è stata così forte che, dopo 20 minuti,
i lampadari oscillano ancora”.
Segnalazioni anche da Capodimonte, Secondigliano, fino a Pomigliano.
L’epicentro è stato nelle Marche, secondo le prime notizie è stato di intensità 6.1. L’epicentro tra Perugia e Macerata. A Napoli non si registrano danni. “Abbiamo ricevuto diverse chiamate -dicono alla centrale del 115 – per oggetti caduti dai mobili. E molte persone sono uscite in strada. Nulla di più per fortuna.”

06 Ott

Napoli Oktoberfest

napoli oktoberfest
napoli oktoberfest
Si svolgerà a NAPOLI al CENTRO DIREZIONALE, nei giorni 5 – 6 – 7 – 8 – 9 OTTOBRE l’evento Napoli Oktoberfest ,

Si sta svolgendo a NAPOLI al CENTRO DIREZIONALE, nei giorni 5 – 6 – 7 – 8 – 9 OTTOBRE l’evento Napoli Oktoberfest , un incredibile festival internazionale dedicato alla birra, ad ingresso gratuito, organizzato da BUONGIORNO ITALIA E TO BUSINESS AGENCY.
Si prevede un grande evento che diventerà una particolare location per la degustazione delle migliori birre, e ovviamente del miglior cibo.

05 Ott

Napoli percentuale di edificazione più alta d’Italia

cementificazione-2-3

Napoli è la provincia più cementificata d’Italia. È quanto emerge da uno studio ad opera dell’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, dal titolo “Consumo di suolo, dinamiche territoriali e servizi ecosistemici”. I dati raccontano di una notevole crescita delle costruzioni in rapporto al numero di abitanti.

Nel Napoletano la percentuale di edificazione è al 62,1, seguita da Milano (61,7%), Torino (54,8%), Pescara (53,4%), e Monza (48,6%). Ben 11 cittadine dell’hinterland partenopeo figurano tra i primi venti posti nel Paese. In prima posizione c’è Casavatore, con l’89,3 per cento della superficie occupata da edifici. Per quanto riguarda le napoletane, seguono Arzano con l’82 per cento, Melito con l’81, poi nell’ordine Cardito, Frattaminore, Torre Annunziata, Casoria, Portici, San Giorgio a Cremano, Frattamaggiore e Mugnano.

A livello regionale il primato non è campano, ma della Lombardia e poi del Veneto entrambe intorno al 10 per centro. Poco sotto Emilia-Romagna, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia.

05 Ott

Campania, ecco la legge regionale per il cinema e gli audiovisivi

rosireggia-593x443

Lo ha annunciato in pompa magna l’assessore Corrado Matera davanti a una platea di attori, registi e addetti al settore: giovedì al centro direzionale sarà il gran giorno della legge regionale del cinema.

Mancano appunto l’approvazione del testo (già licenziato in commissione permanente) al consiglio regionale e pochi altri tasselli burocratici e poi la Campania, finalmente, avrà la sua legge, attesissima da tutti gli operatori culturali che girano attorno al mondo del cinema, dalla Film Commission Regione Campania e dal Clercc (comitato legge cinema in Campania) che per primo aveva lanciato documenti e petizioni firmati da vari esponenti del mondo dello spettacolo, in testa Paolo Sorrentino e Toni Servillo.

L’articolo 1 della legge («Cinema Campania. Norme per il sostegno, la produzione, la valorizzazione e la fruizione della cultura cinematografica e audiovisiva») basterebbe a definirla in maniera concisa ma compendiosa. Vi si riconoscono «le attività cinematografiche e audiovisive quali fattori decisivi di sviluppo economico, coesione sociale, innovazione culturale e promozione territoriale nonché quali elementi con forte valenza identitaria».

«Un successo di questa regione, una legge fortemente voluta dal presidente De Luca che vuole dare la giusta dignità a questo settore trascurato per troppo tempo. Erano anni che questa legge era attesa e non solo dagli addetti al settore», ha dichiarato ieri l’assessore Matera. Infatti. Il mondo del cinema e più in generale quello degli audiovisivi spesso vengono visti come staccati sdai processi turistici. Difficile far capire che invece le due strade sono invece legate indissolubilmente e il cinema crea un sicuro indotto per il turismo. Un vecchio pallino del predecessore di Matera, l’ex assessore al Turismo Pasquale Sommese (fra i componenti della commissione regionale che ha licenziato la legge) e dei vertici della Film Commission campana, a cui è dedicato un intero capitolo della legge e che sarà riorganizzata con nuove competenze diventando una vera, importante, agenzia regionale per il cinema, come accade in altre regioni.

La nuova legge vede istituito un fondo regionale per le attività cinematografiche e audiovisive che avranno una programmazione triennale (saranno stanziati 500 mila euro, per il 2016, 5 milioni per il 2017 e 5 milioni per il 2018) e dovranno preferibilmente attenersi ad alcuni criteri base, quali l’originalità e la valenza culturale «d’essai» e sperimentale delle opere.

Vari paragrafi della legge, infine, sono dedicati all’istituzione della mediateca regionale e alla formazione. Come conferma un altro componente della commissione regionale, Francesco Borrelli: «Siamo riusciti a far approvare diversi emendamenti che creano incentivi alla formazione del personale che dovrà provenire dalla Campania. Vogliamo infatti evitare altri scippi al nostro territorio, favorendo progetti cinematografici di qualità e ponendo le basi per evitare che si ripeta l’assurdità di film e fiction girati sul nostro territorio senza la partecipazione di autori, attori e maestranze della Campania» .

05 Ott

Marko Rog : “Comincerò a giocare anche in azzurro”

 

download-1

NAPOLI – «A Napoli sto bene, presto giocherò». Così il centrocampista croato Marko Rog ha parlato della sua esperienza italiana dal ritiro della sua nazionale prima dei match contro Kosovoe Finlandia. «La nostra squadra è più forte delle due avversarie che ci ritroveremo davanti e dovremo necessariamente vincere. L’infortunio di Pjaca? Siamo tutti amici, nessuno è contento quando qualcuno si fa male». Il centrocampista ha parlato dei suoi primi mesi a Napoli: «Mi sento bene, ho bisogno di tempo per adattarmi ma inizierò a competere con gli altri giocatori della rosa per un posto in campo. Al momento mi sto ambientando, sto imparando la lingua e  sto cercando di capire le idee di mister Sarri».

05 Ott

Luigi De Magistris dice basta ai parcheggiatori abusivi

parcheggiatori-abusivi-660x330

NAPOLI, 4 OTT –  Comune di Napoli sta lavorando a un bando di gara per assegnare il parcheggio, la custodia e la riqualificazione di diverse aree della città a una gestione mista pubblico-privata con l’obiettivo di sottrarre gli spazi al fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris nel corso della diretta Facebook di Repubblica Napoli. Al bando stanno lavorando , a quanto spiegato , Salvatore Palma e Mario Calabrese, rispettivamente, assessori al Bilancio e alla Mobilità. ”Entro fine anno , ha detto de Magistris , sarà pronto il bando, così che a gennaio possa essere messo a gara. Nel 2017 , ha aggiunto , avremo pezzi di città sottratti all’illegalità e assegnati a cooperative, a giovani in collaborazione con il personale dell’Azienda napoletana mobilità”. Secondo il sindaco, ”questo può essere l’unico modo per cercare di affrontare seriamente e alla radice il problema dei parcheggiatori abusivi che riguarda Napoli come altre città”.

05 Ott

Protesta in consiglio comunale a Napoli : occupati otto uffici

Doppia protesta nel palazzo del Consiglio comunale a Napoli dove una cinquantina di manifestanti, operatori della scuola ed esponenti dei comitati per l'emergenza casa, hanno occupato per protesta alcune sale ed i balconi  dell'edificio, 5 ottobre 2016. ANSA /CIRO FUSCO

Protesta agli uffici del Consiglio Comunale di Napoli, un centinaio di manifestanti, operatori socio-assistenziali nelle scuole ed esponenti dei comitati per l’emergenza casa, hanno occupato la struttura. Dai balconi che si affacciano su via Verdi, a pochi passi dal Municipio, inneggiano slogan contro l’amministrazione comunale ed espongono striscioni. Uno recita ‘Basta promesse: l’emergenza abitativa non aspetta”. Chiedono inoltre di incontrare il sindaco de Magistris. Otto gli uffici occupati tra il secondo e il terzo piano. A protestare anche famiglie con bambini con meno di 5 anni. La protesta dei comitati per la casa, che lamentano il mancato rispetto degli impegni presi dal Comune sulle politiche abitative, si è aggiunta a quella in corso già da ieri degli operatori scolastici. Questi hanno trascorso la notte in Consiglio e contestano la scelta del Comune di affidare a Napoli Servizi le loro mansioni con una riduzione dell’organico che – a detta degli operatori – passerebbe da 106 a 10-15 addetti.

01 Ott

Studenti di giurisprudenza della Federico II indignati

federico-ii

È approdato il caos nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, dopo l’annuncio da parte della rappresentanza studentesca del cambio di regolamento che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2017.

È prevista l’eliminazione di un appello, per cui da sette passeranno a sei, con la cancellazione dell’appello di marzo, lo spostamento a maggio dell’appello di novembre/dicembre, e lo spostamento a settembre dell’appello di ottobre.

La ragione data in merito alla decisione è relativa alla poca frequenza dei corsi accademici: “Bisogna evitare la sovrapposizione fra corsi ed esami, dato che per questa ragione spesso gli studenti non partecipano alle prime settimane di lezione”. Situazione che si presenterebbe egualmente con la sessione d’esame a maggio, visto che in quel periodo verterebbe l’ultimo mese di corsi.

Il Consiglio di Dipartimento di Giurisprudenza e la Commissione per il Coordinamento Didattico si sono riuniti il 26/09/2016, eppure la notizia dei suddetti cambiamenti, da parte della rappresentanza, è stata data soltanto il 29 settembre. Ci si chiede anzitutto perché si è deciso di far trascorrere questo lasso di tempo, visto che i rappresentanti fungono da portavoce per migliaia di studenti, che, dopo averli votati, dovrebbero aspettarsi un costante aggiornamento su ciò che viene deciso e votato: è andato a scemare il mero concetto di rappresentanza, che, dal latino readpraesentàre ha il significato di “tenere le veci di altri”, “mostrare in sé la figura di altri”. Tuttavia, si presume che abbiano avuto le mani legate, poiché non c’erano i voti necessari, dal momento che compongono solo il 15% del CDD. Si sostiene anche che il settimo appello, fino a luglio, era previsto nel regolamento e che sia stato dunque cambiato soltanto in un momento successivo (perché? In che modo?).

La trovata di ridurre gli appelli sembra una strategia per far rimanere gli studenti all’interno dell’Ateneo più tempo possibile, come se cinque anni non bastassero, e il tempo, si sa, è danaro: meno esami si danno, più tempo si passa all’università, più tasse si pagano.
Nel regolamento dell’Università degli Studi di Napoli Parthenope, ad esempio, leggiamo che: “Le sessioni di esame sono tre, ciascuna divisa in almeno due appelli distanziati di almeno due settimane”, una modalità adottata da molteplici università, di fatto in questo modo si garantisce la possibilità di dare esami ed esercitare a pieno il proprio diritto allo studio.

La reazione degli studenti è stata immediata: è partita la mobilitazione per organizzare una manifestazione. (Lunedì alle 10.30 allo Scalone della Minerva, in sede centrale: qui il link dell’evento https://www.facebook.com/events/1103221933093777/)
Nel luogo sacrosanto dei diritti, i diritti stessi vengono calpestati, ancora una volta, come se non bastassero le borse di studio che arrivano con estremo ritardo; le modalità di calcolo dell’Isee che fanno diventare tutte le famiglie magicamente più ricche; le tasse così alte da pagare; i libri che nessuno può permettersi di acquistare a meno che non siano fotocopiati; i mezzi pubblici da pagare per arrivare ogni giorno in facoltà (perché ricordiamo che con la trovata dei mezzi di trasporto gratis, ci hanno dato un contentino, a mo’ di ottanta euro renziani). Non basta sedersi per terra durante i corsi perché i posti per tutti non ci sono, o non trovare il sapone e la carta igienica nei bagni.

È questa l’Università di cui ci vantiamo? Una delle più antiche e prestigiose del mondo e dell’Europa? Se le cose stanno così, di prestigioso, la Federico II, non ha davvero nulla.